A vederlo così, a righe bianche e azzurre alternate, sembra uno sterile elenco di nomi di barche e persone, ma quanta passione per la vela, quanto amore per il mare, quanta voglia di competere traspare invece da questo elenco…

La molla che spinge velisti che da anni gareggiano con le loro barche, che non chiedono abbuoni per età e l’unico abbuono a loro concesso è in base al rating fissato per la loro imbarcazione, crediamo sia anche l’essenza insita nella parola SPORT. Cos’altro può essere che li spinge a percorrere 95 miglia (quanto dista Trieste da Marina di Ravenna) per ritrovarsi con altri 1600 equipaggi a dar vita a questa grande festa, se non la soddisfazione di dire “Ci sono anch’io”?

E poi lo studio metodico e assillante delle previsioni meteo, il parere tattico del veterano di Barcolane e buon conoscitore del golfo di Trieste; finalmente quel colpo di cannone e via…!

 Ognuno conduce la Sua Regata con un pensiero fisso, dare il meglio di sé, sentire che si crea quell’amalgama che ti fa sentire un tutt’uno con i compagni di equipaggio e poi, che la regata vada, come sarà destino…

Poco conta che a stravincere questa competizione sia una mega barca che galleggia su vagonate di miliardi o un’altra simile, quello che importa è riconoscere a queste 15 imbarcazioni di avere tenuto alto lo spirito insito nella parola SPORT.

  A tutte loro vorremmo che giungesse la gratitudine del nostro Circolo per avere rappresentato tutti noi in questa B 54.

 Grazie e onore a voi!

Le barche del Ravenna Yacht Club

ordine di arrivo in classifica generale

 

47 IRINA GUGLIELMO MAURIZIO
88 AGAIN GIULIANELLI LUCA
90 SWAMY GIANGRANDI OMERO
168 UNPLUGGED BUNICCI ROBERTO
209 GIULIA II VENTURI FLAVIO
236 ELI CAVAZZUTI MAURO
360 PIMAF VASSURA LUCA
376 BAGAMOYO MARCHETTI ALESSANDRO
470 MARIA BLU MAGNANI GIANLUCA
483 NANCY WAKE PLICCHI RICCARDO
492 SWEET EVA BATTAGLINI PIERLUCA
694 LITTLE BABY SQUARCIA UBALDO

RET.

803 SOPHIE BRUZZONE ENRICO
803 UCHUCK SUARDI ALESSANDRO
803 KOKOPELLI BARBONI PIERGIORGIO
803 SHANGRI-LA’ BRANCHETTA FULVIA